Piante
Home

Cani di razza il portale

Il cane tira? nessun problema

Valutazione attuale: / 22
ScarsoOttimo 
Addestramento - Addestramento

Molto spesso ci troviamo davanti a questo problematico caso!

Il nostro cane una volta al gunziaglio inizia a tirare portando noi al passeggio :-)

Possiamo insegnare al cane a non tirare e senza metodi coercitivi ad esempio collare a strozzo, a punte frustate e altre cose poco carine.

Il metodo consiste in un sistema gentile per far si che il nostro amico ci segua tranquillamente.

Prima di tutto bisogna insegnare al cane a voltarsi verso di noi ogni volta che emettiamo un determiato suono, che può essere lo schicco della lingua.

Quando lo portare a passeggio e lui inizia a fare il cane da slitta fermatevi immediatamente al minimo accenno a tirare.

Aspettate qualche secondo, senza guardarlo ne dicendo niente

Fate il segnale del punto uno, lodate amorevolmente il cane appena si gira

cambiate direzione e fate un paio di passi appena il cane vi seguirà lodatelo

Ripetere il tutto ogni volta che si ripresenta la situazione

Vedrete  che con un pò di pazienza il vostro cagnone smetterà di tirare!

Consigli:

Usate un guinzaglio comodo per il cane non troppo corto altrimenti non riesce a fare la sua vita da cane quindi tirerà più facilmente.

Usate una pettorina, molto più comoda!

 

Cibo per cani pet food IMPORTANTE

Valutazione attuale: / 25
ScarsoOttimo 
Salute - Salute

 

VIVISEZIONE E PET FOOD
Da www.oipaitalia.com

Scatolette sotto accusa
Per gli animali d'affezione spendiamo oltre 1 milione di euro l'anno, fra pappe ed altro. Negli Stati Uniti, dove il mercato è già saturo, la spesa annua per il pet food raggiunge gli 11 miliardi di dollari all¹anno. Quello del pet food è un settore assai lucrativo ed in rapida espansione, tanto che la percentuale di crescita annua delle vendite, qui da noi, si aggira fra il 5 e l'8%.
Ma cosa diamo realmente da mangiare ai nostri amici a quattro zampe? E cosa si cela dietro la produzione di crocchette e scatolette? Pubblicità tenere ma ingannevoli nascondono una realtà per nulla rassicurante.

Vivisezione e pet food

Le maggiori aziende produttrici di pet food mantengono colonie di cani e gatti per testare le nuove pappe messe in commercio. Si tratta di test che NON sono obbligatori per legge. L¹unica azienda ad avere permessi per la ricerca in Italia è la Friskies, che nei suoi laboratori di Bertiolo, in provincia di Udine, compie esperimenti anche cruenti. Questo però non vuol dire che scatolette o crocchette di altre marche non siano testate: la maggior parte dei mangimi che acquistiamo viene infatti importata da Stati Uniti (dove solo la Friskies ha altri 2 centri di ricerca), Inghilterra e Francia. Il mercato del pet food è monopolizzato da multinazionali come la Nestlé o la Procter & Gamble, proprietarie dei marchi più famosi e venduti. Le aziende riportate nella tabella negativa compiono direttamente o indirettamente esperimenti su animali. Spesso le aziende si nascondono dietro il paravento della mancanza di laboratori di proprietà per negare i test di vivisezione che sono in realtà da loro commissionati a laboratori esterni. E' invece più difficile che test inutili e costosi vengano compiuti da aziende medio-piccole: stiamo svolgendo un¹indagine approfondita i cui risultati verranno pubblicati sul prossimo numero de Gli Altri Animali e sul sito di OIPA Italia www.oipaitalia.com

I test su animali (inutili e crudeli) potrebbero essere facilmente aboliti mettendo in commercio prodotti sicuri, la cui appetibilità e digeribilità siano garantite dalla buona qualità degli ingredienti e grazie ad indagini di mercato presso campioni di clienti e rifugi per animali randagi. Proprio questa è la politica della Arovit, produttore di cibo per animali reperibile nelle più importanti catene della grande distribuzione (vedi tabella). La casa madre della Arovit conduce in Danimarca i cosiddetti in home test: 300 possessori di cani e gatti somministrano all¹animale un mangime prodotto dalla Arovit ed uno di altra marca, osservano le preferenze dei quattrozampe e quindi compilano una scheda di valutazione. Nei programmi della Arovit il lancio di una linea biologica. Ad ogni modo, nessuno dei loro prodotti contiene aromatizzanti, coloranti, conservanti o farine di carne.
Un altro marchio non testato è la Natural life pet food, attualmente distribuito solo in Lazio, Emilia e Campania (entro l'anno prossimo sarà disponibile in tutta Italia).

LISTA PET FOOD

LISTA NEGATIVA (MARCHE DA BOICOTTARE)
Nestlé: Felix, Friskies, Gourmet, Purina, Affinity Petcare
Colgate-palmolive: Hill's (science diet, canine maintenance)
Mars: Whaltam, Cesar, Pedigree, Chappi, Frolic, Sheba, Whiskas, Kitekat, Royal Canin
Procter & Gamble: Iams (Eukanuba, ecc.)
Nutro
Heinz


LISTA POSITIVA (SCATOLETTE CRUELTY FREE)
Almo Nature
Yarrah: www.yarrah.com
Coop: mangimi di marchio prodotti dalla Arovit
Iper: mangimi di marchio prodotti dalla Arovit
Miao: Esselunga
Bau: (vaschette per i cani più piccoli) Esselunga
Natural life pet food: (Napoli, Salerno, Caserta, Riccione, Roma 081 8507330 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )
Burns: (si ordinano on line Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.antba.com )
Rocky - snack: (100% vegetali - si ordinano on line Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.antba.com )
CSJ: (su ordinazione: Laura Piperno, 011 9876639 - 348 7801046)
Winner Dog e Winner Cat: (Arovit, presso supermercati LD Market, solo umido)
Progeo Petfood: Dog Club Elite; Dog Club Premium; Cat Elite, Hilary’s; Trails; Lampo; Gerald; Probiotic; Alì Fruit; Alì. (Progeo Petfood di Granarolo dell’Emilia – BO - www.progeopetfood.it )
Cranci, Perloro, Birba (cani), Keké (gatti), Winner Dog, Winner Cat: (produzione Giuntini Conagit - www.conagit.it )
Pet's Brigade: (Mediterranean Food Company - 800 711270 -
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.petsbrigade.com )
BIOMill: (nei negozi specializzati o su richiesta alla ditta Disegna gruop: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

Special dog, Gemon, Artù, Le Chat, Leo, Rudy, Granbontà, Simba, Moustache

Cibo per cani e gatti: Senza coloranti e conservanti, Carni fresche, Garanzia Cruelty Free, Cottura lenta al forno.
 

La scelta del collare

Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 
Addestramento - Scelta del Collare

La scelta del collare per il tuo cane!

Vediamo prima di tutto che tipi di collari esistono e i pro e contro di ognuno di essi:

Il collare

Il classico collare deve essere di materiale molto morbido, di una dimensione almeno di 2 centimetri di altezza.
Esistono diversi modelli, da quelli in nylon a quelli più confortevoli imbottiti.
Deve essere di tipo normale quindi assolutamente non a strozzo o semi-strozzo e neppure con le punte!

La pettorina

Questo tipo di accessorio è molto più confortevole del collare e molto consigliato.
Infatti sposta la pressione del cane sul torace evitando che possa nuocersi in caso di strattonate.
Esistono diversi tipi di pettorina pettorina classica e quella norvegese (la mia preferita), in quanto lascia molta libertà al cane e i punti di appoggio sono ridotti.

Il guinzaglio
Esistono molti materiali con cui viene fatto, dal cuoio al metallo, l’impotante è che sia abbastanza lungo da permettere il normale movimento del cane.
Se è troppo corto, il cane farà molta fatica a muoversi e potrebbe creare disagio.
MI RACCOMANDO CHE NON SIA ESTENSIBILE!
Il problema di questo è che è progettato per rimanere sempre in tensione, quindi il cane si sentirà sempre tirare, secondariamente se lasciamo troppa corda il cane potrebbe andare sotto una macchina per esempio, insomma non ci permette il controllo sul nostro amico!

ASSOLUTAMENTE SCONSIGLIATI

Cavezze-Halti e Similari

Questi strumenti tirano il cane per la testa per evitare che tirino al guinzaglio, il problema è che fortemente costrittivo quindi il cane non è libero di annusare dove gli pare e di fare le sue cose.
Alla lunga diventa fortemente stressante.

Collari con le punte
AIA! e penso che ho detto tutto!
Fanno molto male al vostro amico.
Irritano la pelle e creano ferite, per non tirare ci sono molti metodi più facili e di sicuro con più gioia per entrambi!

Collari a strozzo o a semistrozzo di qualunque tipo
I collari fatti per strangolare o anche solo per stringersi intorno alla gola del cane quando tira, siano essi di catena sottile o altro materiale, sono assolutamente da evitare.
Strozzano il cane e gli tolgono il fiato; sono scomodi e dolorosi.


 
 

Zecche

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Le zecche sono artropodi appartenenti alla classe degli Aracnidi, ordine Ixodidi. Non sono insetti e nemmeno ragni.

Le zecche differiscono dalla maggior parte degli altri artropodi perché hanno un corpo non diviso; possiedono uno gnatosoma che porta l'apparato boccale. Questo consiste di una porzione basale, un paio di palpi e una rigida struttura munita di denticoli (ipostoma), che serve ad ancorare il parassita all'ospite. Vi sono inoltre un paio di cheliceri atti ad incidere il tegumento dell'ospite per la penetrazione dell'ipostoma.

Le zecche, come gli altri aracnidi, possiedono 4 paia di zampe; tuttavia, appena sgusciate dall'uovo, le larve presentano solo sei zampe. Dietro il terzo o quarto paio di zampe sono visibili due pori respiratori; ventralmente si possono notare anche l'ano e, negli adulti, l'apertura genitale.

 

 

 

 

I sessi sono notevolmente diversi; ciò è dovuto particolarmente alla presenza dello scudo dorsale, che ricopre interamente il dorso dei maschi, mentre è presente solo sulla parte anteriore nelle femmine, nelle ninfe e nelle larve.

 

Tutte le zecche sono ematofaghe, si nutrono cioè del sangue di anfibi, rettili, uccelli o mammiferi.

Dopo che i cheliceri hanno lacerato la pelle dell'ospite,  denti inseriti nella ferita la zecca inizia a nutrirsi. Il corpo delle zecche è ricoperto di una cuticola coriacea capace di una grande allungamento, dopo essersi nutrite, esse possono raggiungere una grandezza enorme in rapporto ad una zecca digiuna. Il pasto può durare anche alcuni giorni e al termine di esso la zecca si lascia cadere al suolo, ormai sazia di sangue dell'ospite.

Oltre all'uovo, le zecche presentano tre stadi di sviluppo: la larva, la ninfa e l'adulto. Ciascuno di essi si nutre una sola volta. Uscita dall'uovo, la larva (molto piccola e dotata di sei zampe) cerca un ospite adatto a cui attaccarsi. Dopo essersi nutrita, ad esempio a spese di un topolino, subisce la muta e diventa una ninfa (più grande e con otto zampe), la quale, dopo un pasto, muta allo stadio adulto (più grande della ninfa e con otto zampe). I maschi adulti hanno il corpo completamente ricoperto da uno scudo chitinoso e per questo si distinguono facilmente dalle femmine, nelle quali lo scudo lascia scoperta una parte del corpo. L’accoppiamento fra maschio e femmina avviene di solito su qualche grande mammifero, ad esempio un capriolo, dopodichè la femmina si nutre di sangue, aumentando notevolmente di volume, ed infine si lascia cadere al suolo per deporre anche più di un migliaio di uova.

La zecca più comune in Regione e nell'intera Europa occidentale è l'Ixodes ricinus L.. Essa, nel corso del suo ciclo vitale, sfrutta tre diversi ospiti. In particolare gli ospiti di elezione per le larve sono piccoli mammiferi come topolini appartenenti ai generi Apodemus e Clethrionomys, le ninfe sfruttano sia micromammiferi sia ungulati di grossa taglia. Gli "ospiti di riproduzione" usati dagli adulti sono tipicamente i caprioli.

Molte specie di Ixodidi, comunemente zecche, sono di notevole importanza medica e veterinaria, poiché trasmettono numerosi agenti infettivi per l'uomo e  animali. Inoltre le punture causano anche altri disturbi, come dermatosi e disturbi causati dall'inoculazione di sostanze che per l'ospite risultano essere irritanti. Ecco ripotato sotto un filmato sulle zecche ed il rapporto con gli animali:

 

 



visitate la nuova sezione malattie dei cani nel menù alla vostra destra, o semplicemente cliccando qui...

 

grazie e buona navigazione...Sorridente

 

 

 

<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2

News Letter



Sondaggi
Hai un cane?
 
Chi è online
 18 visitatori online