Cardo Mariano

Famiglia : Asteraceae

Nomi locali : Card d’le maccie, Cardo asinino, Cardum, Maganazzi, Cima de cardu

 

Principi attivi : tiramina, precursori dell’ istamina, sostanze amare, resine

Proprietà : aperitive, diuretiche, febbrifughe, disintossicanti del fegato

Usi e funzioni :

Il cardo mariano ha diverse funzioni a seconda della parte presa in considerazione, le radici hanno proprietà diuretiche e febbrifughe, le foglie hanno proprietà aperitive, la parte più importante sono i semi dato che è stata dimostrata la presenza di alcune sostanze, in particolare la silibina, che proteggono, disintossicano e curano il fegato. I derivati farmaceutici vengono utilizzati per terapie contro cirrosi epatica, epatiti, intossicazioni, avvelenamenti e difficoltà digestive dovute al malfunzionamento del fegato. Il cardo mariano viene utilizzato anche nella preparazione di liquori grazie alle proprietà aromatiche ed aperitive.

Preparati per ingestione :

Per proteggere e disintossicare il fegato :

Utilizzando i semi :

Decotto  : 3 g in 100 ml di acqua, bere 2-3 tazzine al giorno.

Tintura : 20 g in 100 ml di alcool a 60°, assumere 20 gocce 2-3 volte al giorno.

Autore dell'articolo: Matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *