Diturbi gastrici e intestinali

I vermi:

Sono parassari che vivono nello stomaco dei cani e specialmente dei cuccioli.

Per eliminarmi basta andare dal vetirinario che vi dare un vermifungo e il suo dosagio, questa operazione andrebbe fatta ogni 6 mesi.

Questi medicinali sono molti efficaci.

Ascaridi:

La maggior parte si insedia nell’ intestino tenue.

Questi parasiti sono molti pericolosi per i cuccioli, perchè non li possono espellere e posso portare malattie come l’ epatite, polmonite e convulsioni.

Questi parrasitti in passato hanno contagiato anche i bambini, ma adesso con le norme igeniche attuali è impossibile. 

Il trattamento per questo parassita iniza dal cinquatesimo giorno e viene ripetuto per sei mesi.

Ancylostoma duodenale e trichuris:

Entrambi vivono nell’ intestino, ma vengono presi per una cattiva igene oppure peche mangia delle uova.

Causano diarrea e anemia.

Filaria:

Viene portato dalle zanzare infette ed è letale, questo parassita si infetta nel cuore dell’ animale.

Per prevenirlo bisogna somministare una terapia da maggio a ottobre a base di comprese.

E’ una delle malattie piu pericolose.

Tenia:

E’ un verme che si crea dall’ ingerimento delle pulci, può causare prurito e fastidio all’ ano.

Si può prevenire eliminando le pulci o se è gia avanzato si deve usare un tenifugo.

Torsone dello stomaco

Avviene quando di solito su cani grossa taglia perchè ingeriscono tanto cibo e poi fanno attività fisica, in questo caso lo stomaco si gira su se stesso e non permette la fermentazione.

Può provare la morte, l’ unico modo è portarlo dal medico e come prevenzione niente attività fisica dopo mangito.

Vomito:

Tutti i cani vomitano ed è normale, possono vomitare per vari motovi per es. :

mangiare erba, oppure hanno mangiare troppo.

Se il cane ha vomitato non dategli cibo per 24 ore, solo acqua, e rintroducietelo dopo poco a poco.

Se continua portatelo dal veterinario.

Diarrea:

Come per il vomito tutti i cani la hannno e la procedura e la stessa.

Flautolenza:

E’ causata dalla sovralimentazione, cercate di dare piatti meno pesanti e breve distaza fra loro, non dategli piatti di soia.

 

Autore dell'articolo: Matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *